MINIBASKET: I 2007 E 2008 SECONDI AL TORNEO DI TRENTO

Di seguito pubblichiamo il resoconto di Fulvia che, insieme a Fabio, ha accompagnato i bambini in questa splendida esperienza.

 

Torneo di minibasket categoria aquilotti – Santa Lucia 2 e 3 dicembre 2017 - Trento

Inizio dalla fine e col dire che io le chiamo esperienze quelle che facciamo, quindi questa è l’esperienza di Trento, un torneo non torneo, una gita non gita. Abbiamo fatto di tutto e di più, ascoltato musica (il pulmino sembrava una discoteca, musica in ogni dove), cantato, scherzato, giocato con la neve, festeggiato Manuel che compiva 10 anni con un super  regalo, visitato il centro di Trento, fatto non so quante foto, e infine anche giocato a minibasket raggiungendo un traguardo splendido.  Tutto quello che abbiamo fatto, l’abbiamo fatto assieme, in gruppo, e così che si cresce e così che si creano le basi di una buona squadra affiatata.

La gita torneo inizia venerdì 1 dicembre alle 14.30 a opicina, (io e Fabio arriviamo in ritardo, la causa non la scrivo ma ha portato bene J ) con tutti i bambini euforici e finisce domenica notte anzi lunedì mattina ore 24.35 con tutti i bambini che dormivano. Alla partenza non c’è solo il pulmino ma anche 3 macchine di genitori al seguito, chi ci aiuta con i bambini e chi fa il navigatore (tutti dietro a Denis!!!). Il viaggio fila liscio, si arriva in albergo verso le 19.15, piccolo briefing con i ragazzi, divisione delle camere e regole di comportamento e alle 8 tutti a cena con una fame da lupi. Alla fine tutti in camera e a nanna, ok non tutti qualcuno ha ancora voglia di ridere ma ci penso io bussando la loro porta!!! La mattina del giorno dopo trascorre veloce tra la neve, il lago e il cambio di vestiti e finalmente arriva la prima partita alle ore 14.30 contro Arcobaleno Basket Trento (siamo nel girone A anche con Virtus Meda). Si parte bene anche se un po’ contratti nel gioco ma ci sta , sono bambini e non robot, poi ci riprendiamo e la prima partita la vinciamo.  Alle 17.30 c’è la partita con la Virtus Meda (BS). Partita questa altalenante, vinti i primi due tempi, poi pareggiati gli altri due, e gli ultimi vinti di nuovo, risultato: siamo primi nel nostro girone…canti e sorrisi nello spogliatoio si sprecano. Si va a cenare e da qui in poi per circa un’oretta la domanda che ci pongono le iene è “domani con chi giochiamo?” e noi “buh, non lo sappiamo”. A metà cena arriva la notizia dall’organizzazione siamo in semifinale e giocheremo contro la migliore seconda alle 9.30. Si cena e subito in albergo, doccia obbligatoria e cambio mutande e calze(dopo due partite sarebbe strano non farlo ma son ragazzi e per loro non si suda mai abbastanza  per lavarsi e cambiarsiJ). La sveglia dei ragazzi è puntata sulle 7, la mia sulle 6.55 e poi si va a bussare alle loro porte per accertarsi che non siano ancora a letto a sognare la semifinale!  Oltre a festeggiare la semifinale, si festeggia Manuel, è il suo compleanno, 03 dicembre, e in questa magica giornata gli regaliamo una maglietta con tutte le nostre firme.

Arriviamo in palestra tardi, i parabrezza erano ghiacciati, i nostri avversari sono ASD Sommacampagna, una buona squadra ma alla nostra portata. Non facciamo un grande riscaldamento, causa il ritardo, e il risveglio muscolare e mentale si nota subito. I primi due tempi li perdiamo e anche male. Il terzo lo vinciamo, il quarto lo pareggiamo; ora veramente dobbiamo dare il tutto per tutto, i ragazzi ci credono e con una buona difesa il quinto tempo lo vinciamo. I nostri supporters ci incitano e il tifo si sente e ci sprona (fa piacere sentire i genitori tifare e appassionarsi). Ora siamo veramente pari, ci giochiamo tutto con l’ultimo tempo, i guerrieri scendono in campo con una voglia che non avevo mai visto prima e il supporto dei compagni in panchina portiamo a casa anche il sesto tempo ed è FINALEEEEEEEEE. Me lo dicono i bambini e un feedback dai genitori mi fa capire che è vero, si FINALE, FINALE, un risultato che appaga e rende felici ed emozionati  tutti, bambini, genitori e noi istruttori.

La finale sarà alle 16.15 nella stessa palestra contro CSA Basket Agrate, e noi decidiamo visto il tempo di andare in centro a Trento un giretto per i mercatini e un panino poi il ritorno in palestra. Le nostre azioni di gioco sono macchinose, il gioco degli avversari pulito e ben fatto; la stanchezza si nota, negli occhi e nelle gambe ma abbiamo cercato si spronarli, stimolarli a far bene in ogni tempo, aldilà del risultato finale. Ci abbiamo provato in ogni tempo ma il campo dice sei tempi a zero per Agrate. Giusto così, onore ai vincitori del torneo, onore ai nostri fantastici 12 minions che hanno combattuto fino alla fine. Il campo dice che abbiamo perso la finale (vero), io dico invece che abbiamo VINTO la semifinale e abbiamo dimostrato come un grande gruppo può raggiungere obiettivi inaspettati.  Che dire se non un enorme GRAZIE (quasi urlato) ai BAMBINI, sono loro a regalarci queste soddisfazioni e le tante emozioni di questi giorni (riassumerle in un articoletto non è facile, ci saranno le foto dargli peso); un GRAZIE  sentito ai Genitori che si sono messi a disposizione della società e dei bambini stessi per accompagnarli, seguirli in trasferta, darci una mano quando ne avevamo bisogno con gli spostamenti non sempre facili , e per l’educazione che mostrano nelle partite, ultras si ma con rispetto! Per finire un grazie all’autista del pulmino e al mio collega istruttore…sono la stessa persona…Fabio J

 

Fulvia M. Istruttrice San Vito Pallacanestro

Condividi